Il festival

  • MUTINA BOICA 2016 - "La rivolata di Spartaco, 72 a.C."

    L'ottava edizione di Mutina Boica (8-11 settembre 2016, Parco Ferrari-Novi Ark di Modena) è incentrata sulla figura del gladiatore Spartaco che nel 72 a.C., nella sua marcia verso le Alpi alla guida di un esercito composto da ex gladiatori e schiavi ribelli, nei pressi di Mutina ha affrontato vittoriosamente le legioni di Roma intenzionate a sbarrargli la strada.

    locandina2 2016

    72 a.C.: mentre i migliori generali della repubblica sono impegnati in campagne di conquista in oriente e occidente, in Italia, nella ricca Capua, scoppia una rivolta che minaccia la sopravvivenza stessa di Roma. A guidarla è Spartaco, un ex gladiatore dalle origini misteriose che per tre anni terrà la repubblica sotto scacco...

    L'edizione 2016 di Mutina Boica, partendo dall'episodio bellico legato alla città di Modena, è stata un'occasione di riflessione sui temi della cittadinanza e della schiavitù nel mondo romano, tematiche affrontate nella conferenza "Servi sunt, immo homines" di Laura Parisini tenutasi sabato 10 settembre presso Palazzo dei Musei di Modena.

    Il gladiatore Spartaco invece è stato oggetto dell'intervento del prof. Melotti "Spartaco e il mito del gladiatore" di domenica 11 settembre, nel quale si è ricostruito come e quanto il mito legato a questo personaggio abbia influenzato l'immaginario contemporaneo collegato ad esso.

  • MUTINA BOICA 2015 - "L'Ombra di Annibale"

    La VII edizione di Mutina Boica ha come protagonista il grande generale cartaginese Annibale e racconta delle vicende storiche degli anni 218-216 a.C. che videro arrivare in Italia le battaglie della II guerra punica. In questo scenario, la rievocazione si è ricollegata al primo episodio storico che ha visto la comparsa della città di Mutina/Modena nella storia: la rivolta delle popolazioni celtiche nella primavera del 218 a.C.

    Ospiti d'eccezione dell'evento sono stati il prof. VENCESLAS KRUTA, tra i massimi esperti di archeologia celtica, e il prof. GIOVANNI BRIZZI, autore di un racconto-biografia del grande generale cartaginese e grande conoscitore delle vicende della II guerra punica.

    MutinaBoica Locandina

    La II guerra punica rappresenta uno dei momenti più drammatici della storia di Roma. A combatterla vi sono la repubblica romana, potenza nascente nel mediterraneo, e Cartagine, non paga della sconfitta nella precedente guerra con Roma. A guidare gli eserciti di Cartagine vi è Annibale Barca, generale che unisce la conoscenza della strategia militare ad un carisma che gli permette di tenere uniti i suoi alleati. E il suo alleato più prezioso in Italia sono le tribù celtiche della pianura padana, da sempre desiderose di rivalsa su Roma.

    Tra gli appuntamenti di rilievo dell’edizione la conferenza del prof. Kruta, massimo esperto mondiale di storia celtica, e i grandi spettacoli di ricostruzione al parco Ferrari di Modena con centinaia di rievocatori.

  • MUTINA BOICA 2014 – "La guerra di Modena, 43 a.C."

    In occasione del bimillenario della morte dell’imperatore Augusto (14-2014 d.C.), la sesta edizione del festival è incentrata sull’episodio della guerra di Modena del 43 a.C. che vide la nascita dal punto di vista politico del diciottenne Ottaviano con la morte sul campo di battaglia dei consoli in carica.

    MANIFESTO MB2014

    La guerra di Mutina è il principale episodio della storia antica della città di Modena ed è rappresentato in palazzo comunale nel ciclo di affreschi di Nicolò dell’Abate nella cinquecentesca Sala del Fuoco.

    Il festival ottiene il sostegno della Regione Emilia Romagna e della Fondazione Cassa di Risparmio di Modena e il patrocinio della Direzione Generale per le Antichità del Mibact e dell’Istituto Beni Culturali dell’Emilia Romagna per l’alto livello culturale della programmazione.

    Tra gli appuntamenti di rilievo dell’edizione lo spettacolo teatrale "Cesare III Millennio" rappresentato sulla strada romana del Novi Ark e le collaborazioni con Luciano Canfora e Valerio Massimo Manfredi.

  • MUTINA BOICA 2013 – "Il tramonto dei Rasenna"

    Quinta edizione del festival incentrata sulla conquista celtica del nord Italia del IV secolo a.C. con la messa in scena degli scontri tra Etruschi (noti anche come Rasenna) e Galli Boi.

    MANIFESTO MB2013

    Il festival inaugura la “doppia battaglia” con lo spettacolo del sabato sera rifacentesi alla calata dei Celti in Italia su istigazione del mercante etrusco Arunte da Chiusi.

    Il festival raggiunge le 20.000 presenze arrivando ad offrire agli spettatori uno spettacolo unico a livello nazionale con la presenza di oltre 300 rievocatori italiani e stranieri e 13 cavalieri, e ampliando la sua programmazione con la serata musicale del giovedì.

  • MUTINA BOICA 2012 – "La battaglia di Talamone, 225 a.C."

    Quarta edizione del festival incentrata sulla battaglia di Talamone del 225 a.C., la "guerra gallica" secondo le fonti romane, che vide contrapposte un’alleanza tra le principali tribù celtiche del nord Italia (Boi, Insubri, Taurini e Gesati provenienti dalla Gallia transalpina) e la repubblica di Roma.

    MANIFESTO MB2012

    La battaglia fu un evento epocale per l’epoca come dimostrano i reperti archeologici del tempio di Orbetello e aprì la via alla conquista romana della Gallia Cisalpina.

    Il festival raggiunge una dimensione regionale arrivando a richiamare 15.000 presenze sui tre giorni di manifestazione e allargando le sue location con l'inclusione dell'area archeologica del Novi Ark.

    Il ricavato dell'edizione è devoluto in beneficenza per gli effetti del sisma di maggio-giugno 2012 che ha colpito l'Emilia Romagna.

  • MUTINA BOICA 2011 – "Celti e Romani tra i due fiumi"

    Terza edizione del festival incentrata sugli episodi del 196 a.C. che videro una delle prime tappe della conquista del nord Italia da parte di Roma attraverso l’eliminazione sul campo di battaglia dell’ufficiale cartaginese Amilcare, rimasto in Gallia Cisalpina per alimentare la rivolta delle popolazioni celtiche, nonostante la sconfitta della madrepatria Cartagine risalente al 202 a.C.

    MANIFESTO MB2011

    La piana della battaglia di Mutina Boica si amplia trasferendosi sull’ex campo ippico del parco Ferrari (100x80 m): il festival arriva a coinvolgere oltre 200 rievocatori attraverso la partecipazione di associazioni italiane e straniere, e raggiunge le 10.000 presenze sui tre giorni di manifestazione.

  • MUTINA BOICA 2010 – "L’ultima resistenza dei Boi"

    Seconda edizione del festival incentrata sugli episodi del 191 a.C. che videro la definitiva sconfitta dei Galli Boi, popolazione celtica insediatasi in Emilia Romagna agli inizi del IV secolo a.C., ad opera della repubblica di Roma. 

    MANIFESTO MB2010

    Tale episodio portò alla romanizzazione della Gallia Cisalpina (la pianura padana) contribuendo alla formazione di una delle culture più prosperose e ricche del mondo antico.

    L'associazione organizzatrice Aes Cranna inaugura in questa edizione il proprio reparto di cavalleria, arricchendo lo spettacolo della battaglia campale tra romani e celti con le manovre di due abili cavalieri.

  • MUTINA BOICA 2009 – "L’arrivo di Cartagine"

    Prima edizione del festival incentrata sugli eventi del 218 a.C che videro entrare nella storia la città di Modena/Mutina alle soglie della II guerra punica.

    MANIFESTO MB2009

    L'evento, seppur alle prime armi, riscontra un grande successo di pubblico raggiungendo le 5.000 presenze durante i tre giorni di manifestazione.

    Mutina Boica inaugura la collaborazione con il Museo Civico Archeologico di Modena e la Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Emilia Romagna includendo tra gli appuntamenti di rilievo del programma la conferenza "Annibale tra Galli e Romani" a cura dei prof.ri Malnati e Ortalli.

    https://youtu.be/MaYLLsx2Eh4

  • Copyright
  • Privacy Policy
  • Cookie Policy
  • Sitemap
  • Contatti